NEWS E OFFERTE

Qui trovi informazioni sulle ultime attività, promozioni ed eventi che offre il nostro territorio.
Occasioni ed eventi assolutamente da non perdere.
VACANZE A SAN GIMIGNANO IN UN BORGO MEDIOEVALE
Storia e attrazioni di una delle città più visitate della Toscana

VACANZE A SAN GIMIGNANO IN UN BORGO MEDIOEVALE

Storia e attrazioni di una delle città più visitate della Toscana

pubblicato il16/12/2014 07:16:49 sezione News e offerte

a cura di G.M.

San Gimignano per via della sua bellezza e dell’ottimo stato di conservazione del suo centro storico nel 1990 è stato riconosciuto patrimonio UNESCO. Conosciuta come la “città delle torri”, con le sue 14 torri (in passato se ne contavano 72) conservate perfettamente, la città viene visitata ogni anno da milioni di turisti da tutto il mondo.

Tutto in questa città ha un suo fascino, a partire dalla sua fondazione molto antica. La leggenda narra infatti che fu fondata nel 63 A.C. da due patrizi romani fuggiti da Roma perché complici di Catilina, senatore che congiurò per sovvertire la repubblica romana, e che in questo territorio costruirono due castelli, Mucchio e Silva che diventerà la futura città. La storia ci dice che è stata fondata durante il periodo etrusco nel III secolo A.C. come testimoniato dalle numerose tombe dell’epoca. Un’altra leggenda racconta l’origine del nome: pare infatti che nel VI secolo il santo Gimignano da Modena salvò la città dalle orde barbariche di Totila apparendo sulle mura, ecco perché nel IX secolo la città venne dedicata al santo.
Le torri meritano sicuramente una menzione speciale, visto che sono l’attrazione principale della città. Anticamente erano un simbolo di potere delle famiglie nobili che ne eressero almeno una ciascuna per dimostrare il loro potere e valore alla cittadinanza. Venne scelta la torre poiché l’elevato costo e difficoltà ne permettevano la costruzione solo alle famiglie più abbienti, come nobili, mercanti e usurai. Durante il periodo di sottomissione a Firenze, periodo di grande declino per la città, molte torri vennero “scamozzate” o distrutte, fino alla fine dell’Ottocento in cui la città subirà diversi interventi di restauro. Ecco perché le torri hanno conservato il loro fascino originale nel corso dei secoli.

Ma San Gimignano non offre solo le torri ai turisti, ma anche un vasto patrimonio culturale e paesaggistico, con i suoi meravigliosi panorami naturali che possono essere osservati dalle cime delle torri, e un patrimonio enogastronomico importante. Qui infatti ha origine la Vernaccia di San Gimignano, ottimo vino bianco a denominazione D.O.C.G. (denominazione a origine controllata e garantita), uno dei più noti nel panorama enologico italiano, oltre ad un ottimo vino rosso che si sta facendo conoscere dal grande pubblico. San Gimignano è anche conosciuta per la produzione di zafferano, spezia ottenuta dagli stimmi tostati dei fiori coltivati nelle campagne circostanti che possono essere ammirati dalle mura cittadine.
Non stupisce quindi che San Gimignano sia la terza città toscana più visitata dopo Firenze, Pisa e Siena, sicuramente una meta imperdibile per chi visita la Toscana.

Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Leggi articoli simili

RICCIARELLI E PANFORTE DI SIENA

Dolci tipici toscani per il tuo Natale

CASA VACANZE A SAN GIMIGNANO

Arte e cultura in Toscana