NEWS E OFFERTE

Qui trovi informazioni sulle ultime attività, promozioni ed eventi che offre il nostro territorio.
Occasioni ed eventi assolutamente da non perdere.
COSA VEDERE A SAN GIMIGNANO
Torri e palazzi da visitare nella Manhattan del Medio Evo

COSA VEDERE A SAN GIMIGNANO

Torri e palazzi da visitare nella Manhattan del Medio Evo

pubblicato il09/10/2014 20:25:39 sezione News e offerte
san gimignano (siena)

a cura di A. Conforti
Se state cercando una vacanza in appartamento da sogno in Toscana, fra e tappe da visitare assolutamente spicca San Gimignano. Un antico borgo medievale famoso in tutto il mondo per aver mantenuto la sua antica architettura ben riconoscibile grazie alle sue numerose torri che le hanno valso il nomignolo di Manhattan del Medioevo. Merita anche solo una passeggiata fra i vicoli e le piazze di questo borgo meraviglioso, dove è possibile respirare la tipica atmosfera toscana e dei suoi centri storici immersi nel verde. Ma per un tour da non dimenticare a San Gimignano vi consigliamo di visitare:
• La Chiesa Collegiata: detta anche comunemente il Duomo, terminata nel 1148 è considerata uno dei più prestigiosi esempi di romanico toscano. Costruita su tre navate, le pareti sono interamente affrescate. Tra le opere pregevoli ad affresco: San Sebastiano di Benozzo Gozzoli e le Storie di Santa Fina di Domenico Ghirlandaio nella Cappella di Santa Fina; tra quelli di scuola senese: Vecchio e Nuovo Testamento di Bartolo di Fredi e della bottega dei Memmi e Giudizio Universale di Taddeo di Bartolo. Notevoli le sculture di Giuliano e Benedetto da Maiano e l'Annunciazione lignea di Jacopo della Quercia.
• Chiesa di Sant'Agostino: anche questa chiesa contiene numerosi affreschi, in particolare la Cappella di Santo Bartolo di Benedetto da Maiano, le Storie della vita di sant'Agostino di Benozzo Gozzoli, e altri resti di affreschi, tavole e tele di autori diversi (Benozzo Gozzoli, Piero del Pollaiolo, Pier Francesco Fiorentino, Vincenzo Tamagni, Sebastiano Mainardi).
• Pieve di Santa Maria
• Santuario di Maria Santissima Madre della Divina Provvidenza
• Chiesa del Quercecchio ed ex-Oratorio di San Francesco, che ospita il Museo ornitologico
• Casa Salvestrini
• Fonti medioevali: percorrono la strada esterna di Porta delle Fonti, accesso della seconda cinta muraria di San Gimignano. La loro costruzione risale al XIV secolo, quando furono poste a coprire una fonte in pietra longobarda del IX secolo. queste in antichità erano le fonti pubbliche della zona, dove si raccoglieva l'acqua e si lavavano i panni.
• Loggia del Comune
• Palazzo comunale o Palazzo nuovo del Podestà: ospitava anticamente il podestà, attualmente ospita il museo civico e la pinacoteca, contenente capolavori di artisti quali Pinturicchio, Benozzo Gozzoli, Filippino Lippi, Domenico di Michelino, Pier Francesco Fiorentino, ecc. Inoltre, sempre all'interno del Palazzo Comunale, è possibile visitare la sala di Dante con la Maestà di Lippo Memmied accedere alla Torre Grossa, alta 54 m e risalente al 1311.
• Palazzo vecchio del Podestà: usato anticamente per le funzioni civili prima della costruzione del nuovo palazzo, venne in seguito trasformato in carcere e poi (nel Cinquecento) in teatro.
• Palazzo Pratellesi: tra i più interessanti palazzi nobiliari della città, risale al Trecento e conserva all'interno un pregevole affresco cinquecentesco di Vincenzo Tamagni
• Spezieria di Santa Fina, con materiale proveniente dalla Spezieria dello Spedale di Santa Fina, che riproduce l'antica farmacia, con i contenitori di ceramica e vetro ed i medicamenti.
• Mura di San Gimignano
• Porta San Giovanni
• Porta San Matteo
• Porta San Jacopo
• Porta delle Fonti
• Bastione San Francesco
• Rocca di Montestaffoli
Necropoli di Cellole

Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Leggi articoli simili

IN TOSCANA CON LA FAMIGLIA

Dove andare, cosa fare

UNA VACANZA A SIENA

Cosa vedere, dove andare

LE 5 PIAZZE DA VEDERE A SIENA

Le più belle piazze della città